Home

ACCOGLIENTI. PER TRADIZIONE.

In Evidenza

VolontariaMente: noi e la Luiss

VolontariaMente. Per fare quello che sembra così difficile in questo periodo, eppure è così umano: aiutare gli altri. Soprattutto se non hanno avuto le nostre stesse opportunità. Per il terzo anno consecutivo il Protettorato san Giuseppe aspetta gli studenti della Luiss,

Continua a leggere...

Fondazione

Asilo Nido: aperte le iscrizioni per l'anno 2018-2019

Sono aperte le iscrizioni per l’asilo nido Primi Passi. Le famiglie interessate possono parlare con la coordinatrice e prenotare una visita telefonando al n. di telefono 0686228049 oppure inviando una mail all’indirizzo: contatti@protettoratosangiuseppe.it. Per maggiori informazioni sulle attività del Nido è possibile scaricare la brochure informativa.

Continua a leggere...

Visioni

Manuel: un film che racconta di "noi"

Un racconto di formazione dedicato a tutti i Manuel di tutte le periferie: quelli che, nella vita, “devono fa' er doppio della fatica”, se non “er triplo”. È il film Manuel, primo lungometraggio di Dario Albertini, romano del 1974, fotografo diventato regista. Presentato all'ultimo Festival di Venezia, con un protagonista, Andrea Lattanzi, premiato da Catherine Deneuve a un altro Festival, il Premier Plans di Angers, in Francia, è proiettato in una sala romana, il Quattro Fontane, dalla scorsa settimana.

Continua a leggere...

Storie

Questa è la storia di uno di noi

Le ciabatte. Non le avevo, in Africa. A piedi nudi, spesso. Le scarpe solo quando servivano. Sempre le stesse. Un solo paio. Me le aveva regalate mio padre, dopo aver lavorato per un mese. Era tornato a casa tutto contento, luccicavano. Ma è stato tanto tempo fa. Mio padre. Mia madre. Chissà, ero felice? Immagino di sì. Non me lo ricordo. Non me lo ricordo più. Le scarpe, quelle sì, me le ricordo. Sono durate tanto tempo. Non luccicavano più. Io ci provavo, a lucidarle. Ma una aveva un buco, l'altra si stava sfondando. L'unico paio. Tanti anni fa. Ricordo il viaggio. La fuga. Non potevo più stare a casa mia. Nel mio Paese. Troppa violenza. Ne ho vista tanta. Troppa povertà. Troppa strada, quella fatta per arrivare in Libia, da dove speravo di partire presto. Illuso. Da solo. Brutta gente. Peggio di casa mia. Non c'era mio padre. Le scarpe me le hanno rubate. Cosa se ne saranno fatti? Erano vecchie. Erano un ricordo. Ho visto, come si comportavano. I miei carcerieri. Li ho guardati. Ho pianto. Ho pianto di nuovo. Quando non mi vedevano, però. Non volevo dargli soddisfazione. Ma ero piccolo. Forse non di fisico, stavo crescendo. Ma di testa sì. Dov'erano i miei? Dov'era mio padre? Dov'erano le mie scarpe? Mi picchiavano. Ancora, e ancora. Volevo la terra promessa, ho trovato una prigione. Troppo a lungo. Mi guardavo il corpo, la notte. I segni. Cercavo di non piangere. Non ci riuscivo.

Continua a leggere...

Attualità

Lo spettacolo delle danze thailandesi

Un bel pomeriggio quello di martedì al Protettorato san Giuseppe. Nonostante la pioggia battente. Una giornata bella e importante. Bella, perché lo spettacolo offerto dai danzatori thailandesi con i loro costumi colorati e con la loro fisicità e grazia ha rallegrato gli oltre 200 presenti.

Continua a leggere...

InFormazione

IL DIRITTO DEL LAVORO IN AMBITO MINORILE

E' previsto per il 19 aprile, presso il CNR di Roma, un nuovo interessante appuntamento formativo organizzato dall'Istituto Internazionale "Gioventù per il domani" e dal Centro Studi "Epikeia" dedicato al tema dell’inclusione sociale dei giovani, sia italiani che stranieri.

Continua a leggere...