Servizio di sostegno psicologico per minori e famiglie

La Fondazione Protettorato San Giuseppe, con la finalità generale di svolgere un servizio integrale a favore della famiglia e per i minori, offre ai suoi ospiti e ai familiari un servizio di sostegno psicologico come elemento di congiunzione e potenziamento della rete dei servizi presenti nella struttura e sul territorio.

Sportello d’ascolto Per Mamme e Minori Ospiti In Casa Famiglia

L’obiettivo principale è fornire un servizio di sostegno psicologico ai nuclei madri con bambino e ai minori ospiti; si prefigura come una “prestazione a domicilio” di modo che sia facilmente fruibile.

Modalità operative
Su invio dei Servizi territoriali e dei referenti delle case famiglia saranno individuati gli utenti che necessitano di un percorso di sostegno.
Gli ospiti presi in carico, vengono seguiti attraverso dei colloqui individuali con la psicologa, finalizzati ad analizzarne i bisogni, ad orientarne i problemi psicologici, a valutarne le risorse e gli interessi, a facilitare un riequilibrio dell’aspetto relazionale ed emotivo.
Seguirà una restituzione degli aspetti emersi ad una prima valutazione e progettazione dell’intervento.
Sono previsti incontri di verifica periodici con gli operatori dei vari servizi coinvolti. (strutture residenziali, municipi, ASL, scuola) e la stesura di una relazione semestrale sull’andamento dell’intervento.

Spazio Famiglia
L’obiettivo generale è quello di favorire relazioni positive tra il minore, la casa-famiglia, le famiglie d’origine (ove possibile) al fine di un sano e armonico sviluppo del minore attraverso un coinvolgimento attivo di tutti gli attori responsabili.
Si cercheranno di riattivare le risorse interne ai nuclei familiari, promuovendo atteggiamenti positivi per una sana crescita psicofisica del minore.

Obiettivi specifici

  • Sostegno, consulenza, supporto sociale alla famiglia d’origine e/o ai familiari significativi del minore al fine di fare emergere le risorse positive del nucleo e promuoverne le competenze.
  • Coinvolgere le famiglie nell’elaborazione di nuove attività e strategie per affrontare i problemi legati al ruolo genitoriale,
  • Favorire relazioni positive tra la casa famiglia e le famiglie d’origine
  • Avere una lettura delle dinamiche familiari;
  • Permettere un confronto tra modalità relazionali del minore nei due contesti di vita.

Destinatari
Genitori, familiari significativi (fratelli, nonni , zii ecc.) dei minori ospiti in casa famiglia

Modalità operative
Saranno effettuati colloqui con la psicologa, con la famiglia di origine e/o familiari significativi in accordo con i Servizi Sociali che hanno in carico il minore, secondo tempi che tengano conto della specifica situazione.